• Madonna di Fatima

La compassione della Madonna.



Madonna della Pietà! Così il popolo fedele invoca Maria Santissima quando La contempla seduta, con il cadavere divino di suo Figlio in grembo.


Pietà, perché tutta Lei non è altro che compassione. Compassione per suo Figlio. Compassione per i suoi figli, perché Lei non ha solo un Figlio. Madre di Nostro Signore Gesù Cristo, la Madonna è diventata la Madre di tutti gli uomini. Lei guarda i nostri dolori, le nostre s o f f e r e n z e , le nostre lotte. Ci sorride nel pericolo, piange con noi nel dolore, allevia le nostre pene e santifica le nostre gioie.


Ciò che è proprio del cuore di una madre è un’intima partecipazione a tutto ciò che fa battere il cuore dei suoi figli. La Madonna ama ognuno di noi individualmente, anche il più miserabile e peccatore, molto più di quanto potrebbe farlo l’amore sommato di tutte le madri del mondo per un figlio unico.


Dobbiamo essere ben persuasi di questo. È ognuno di noi. È me. Sì, è me, con tutte le mie miserie, le mie infedeltà così duramente censurabili, i miei difetti inescusabili. Sì, è me, che Lei ama in questo modo. E ama con intimità. Non come una Regina che, non avendo tempo di prender conoscenza della vita di ciascuno dei suoi sudditi, segue solo a grandi linee quello che fanno.


Ella accompagna me, in tutti i particolari della mia vita. Lei conosce i miei piccoli dolori, le mie piccole gioie, i miei piccoli desideri. Non è indifferente a nulla. Se solo sapessimo chiedere, se comprendessimo quale virtù è l’importunità evangelica, come sapremmo essere profondamente importuni con la Madonna. E Lei ci darebbe nell’ordine della natura, e principalmente nell’ordine della grazia, molto più di quanto noi oseremmo mai supporre.


Plinio Corrêa de Oliveira


Fonte: Giornalino Madonna di Fatima - marzo 2021